Mary Poppins è tornata al cinema con un nuovo film

Dopo quasi 50 anni, la tata più famosa d’America è di nuovo sul grande schermo con Il Ritorno di Mary Poppins, diretto da Rob Marshall con protagonista Emily Blunt.

Risultati immagini per immagine di mary poppins

Mary Poppins è volata di nuovo tra noi, con il suo ombrello colorato e la sua borsa di pelle senza fondo. È uscito nelle sale Il Ritorno di Mary Poppins, sequel di Mary Poppins, diretto nel 1964 da Robert Stevenson e interpretato da Julie Andrews e Dick Van Dyke.  

A dirigere il film è Rob Marshall, regista, produttore e coreografo statunitense. La protagonista è Emily Blunt, chiamata a prendere il posto che nel 1964 fu di Julie Andrews. Nel cast de Il Ritorno di Mary Poppins fanno la loro comparsa anche due nomi storici legati all’universo dei film Disney: Angela Lansbury (è la magica signora dei palloncini) e Dick Van Dyke.

Michael ha il volto dell’attore Ben Whishaw, mentre i piccoli figli sono interpretati da Pixie Davies, Nathanael Saleh e Joel Dawson.
Mentre Ellen è portata in scena da Julie Walters (la Molly Weasley di Harry Potter), Jane è interpretata da Emily Mortimer, attrice inglese con alle spalle titoli come La casa dei libriThe Party, L’altra metà della storia.

Il signor Wilkins è interpretato da Colin Firth (premio Oscar per Il discorso del Re) mentre la cugina Topsy è impersonata da Meryl Streep, icona di Hollywood che con la Blunt ha condiviso il set de Il diavolo veste Padra. Personaggio del tutto nuovo nella storia, tanto affascinante quanto sempre allegro, Jack è interpretato da Lin-Manuel Miranda.

IL PLOT. Siamo a Londra, durante la crisi economica tra le due guerre mondiali. Nella casa della famiglia Banks ora vive Michael, adulto e vedovo da un anno, con tre figli a cui badare: John, Annabel e Georgie. Per loro, Michael ha rinunciato alla passione per la pittura ed è entrato in banca, come suo padre prima di lui. Ma ora la stessa banca, inclemente, reclama la casa: i soldi per riscattarla non ci sono e Michael non sa a chi votarsi. Il tempo è maturo perché Mary Poppins cali dal cielo aggrappata al suo ombrello e torni ad occuparsi dei piccoli e dei grandi Banks, in viale dei Ciliegi numero diciassette.

UN SEQUEL – REBOOT. Timorosi di osare troppo, Rob Marshall e i suoi collaboratori nascondono un rifacimento quasi totale dell’originale: la sequenza animata della gita nel parco disegnato da Bert è sostituita dall’escursione in un vassoio decorato, Mary e Bert ballano e cantano con gli animali e tornano anche i pinguini, mentre al posto del ballo degli spazzacamini c’è quello quasi identico dei lampionai. Tutti ce la mettono tutta, ma la magia resta lontana da questo ritorno al Viale dei Ciliegi 20 anni dopo e fa soltanto una breve apparizione quando arriva sulla scena Dick Van Dyke, che a 93 anni appare ancora il più carismatico e vitale in un cast colmo di nomi celebri ma non interamente azzeccato. Chi è cresciuto col primo ha più probabilità di restare deluso rispetto agli spettatori più piccoli.

A cura di: Emanuelagrazia Petrarca e Mariaclaudia Gala

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close